Episodi senza trascrizioni, Podcast

Analisi di “Le tasche piene di sassi” di Jovanotti – RST #62 – VIDEO

Dopo l’analisi di “Soldi” di Mahmood e “Una Chiave” di Caparezza oggi vi propongo una nuova analisi. Questa volta il brano da me scelto è “Le tasche piene di sassi” di Jovanotti, una canzone molto bella e toccante. Potete vedere anche la versione video di questo episodio:

Fai una lezione di italiano con me su Italki e ottieni gratuitamente 10 $ in crediti di italki! 

Volano le libellule
Sopra gli stagni e le pozzanghere in città
Sembra che se ne freghino
Della ricchezza che ora viene e dopo va
Prendimi non mi concedere
Nessuna replica alle tue fatalità
Eccomi son tutto un fremito ehi
Passano alcune musiche
Ma quando passano la terra tremerà
Sembrano esplosioni inutili
Ma in certi cuori qualche cosa resterà
Non si sa come si creano
Costellazioni di galassie e di energia
Giocano a dadi gli uomini
Resta sul tavolo un avanzo di magiaSono solo stasera senza di te
Mi hai lasciato da solo davanti al cielo
E non so leggere vienimi a prendere
Mi riconosci ho le tasche piene di sassiSono solo stasera senza di te
Mi hai lasciato da solo davanti a scuola
Mi vien da piangere
Arriva subito
Mi riconosci ho le scarpe piene di passi
La faccia piena di schiaffi
Il cuore pieno di battiti
E gli occhi pieni di teSbocciano i fiori sbocciano
E danno tutto quel che hanno in libertà
Donano non si interessano
Di ricompense e tutto quello che verrà
Mormora la gente mormora
Falla tacere praticando l’allegria
Giocano a dadi gli uomini
Resta sul tavolo un avanzo di magiaSono solo stasera senza di te
Mi hai lasciato da solo davanti al cielo
E non so leggere vienimi a prendere
Mi riconosci ho un mantello fatto di stracciSono solo stasera senza di te
Mi hai lasciato da solo davanti a scuola
Mi vien da piangere
Arriva subito
Mi riconosci ho le scarpe piene di passi
La faccia piena di schiaffi
Il cuore pieno di battiti
E gli occhi pieni di teSono solo stasera senza di te
Mi hai lasciato da solo davanti al cielo
Vienimi a prendere
Mi vien da piangere
Mi riconosci ho le scarpe piene di passi
La faccia piena di schiaffi
Il cuore pieno di battiti
E gli occhi pieni di te



Parlare a braccio – to speak off the cuff
RST è una rubrica in cui io parlo a braccio senza trascrivere quello che dico [0:55]

Giovanotto – young man, lad

Pelle d’oca – goosebumps
È una canzone da pelle d’oca.

Stagno, palude = pond, swamp

Pozzanghera = puddle

Fatalità = disgrazia, qualcosa di “fatale”

Replica = risposta

Fremito = rustle, shudder, quiver

Tremare = to shiver, to tremble

Dadi = dice

Avanzo = leftovers, remains

Mi viene da = I feel like…

Schiaffo/ceffone = slap

Sbocciare

Ricompensa = reward

Murmur = to whisper, to murmur, to talk negatively about someone spreading rumors

Tacere = to shut up, stare zitti

Un pensiero riguardo “Analisi di “Le tasche piene di sassi” di Jovanotti – RST #62 – VIDEO”

  1. Ciao Davide!

    grazie per l’episodio.

    Dovrò già digerire il nuovo vocabolario! “Le tasche piene di parole”, per così dire… :D

    Suoni molto buono il pianoforte – ho davvero apprezzato il tuo versione della canzone.

    Cari saluti
    Julian

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...