Come usare “figurati” in italiano? – Usi colloquiali


DOWNLOAD

D -Ciao a tutti, benvenuti su podcast italiano. In questo episodio sono in compagnia di (joined by) Erika.
E – Ciao a tutti!
D – Abbiamo deciso di parlare di una parola che è molto complicata, secondo me, per uno straniero, perché ha diversi usi e dunque cercheremo di illustrarveli (illustrate to you, explain to you), di farvi degli esempi utilizzando dei dialoghi. Partiamo dal primo utilizzo:

1)

  • Grazie per avermi aiutato a lavare i piatti!
  • Figurati!
  • Grazie che mi hai dato una mano (you gave my hand) con i compiti!
  • Figurati!

In questo caso “figurati!” significa “prego”, “ci mancherebbe”, “di niente” (you’re welcome, don’t mention it)
Dunque possiamo dire:

  • Grazie per avermi aiutato a lavare i piatti! (wash the dishes)
  • Ci mancherebbe / Di niente / oppure semplicemente / Prego!

2)

Passiamo allora al secondo uso di “figurati”. Immaginiamo in questo dialogo che siamo su un autobus, e tu mi chiedi:

  • Signore, vuole sedersi?
  • No, si figuri.

In questo caso “si figuri” è la forma di rispetto, quindi non diciamo “figurati” ma “si figuri”. Oppure:

  • Vuoi che ti riporti a casa?
  • No no, figurati.

E qui “figurati” significa “no, grazie”, “non ti preoccupare”. Lo usiamo quando rifiutiamo in modo gentile un’offerta. -Vuoi che ti riporti a casa?, – No, grazie / No, figurati.

3)

Passiamo al caso numero 3 che abbiamo segnato.

  • Gianni mi ha detto che hai guadagnato 1 milione di euro alla lotteria. Ma secondo te è vero?
  • Ma figurati! Ti prendeva in giro. (he was teasing you)

Oppure:

  • Le previsioni del tempo dicono che piove oggi pomeriggio.
  • Ma figurati! Non c’è nemmeno una nuvola in cielo.

In questo caso “figurati” significa “non può essere vero”, “non è vero”. -Le previsioni dicono che oggi pomeriggio piove, – no, ma figurati, non c’è una non c’è nemmeno una nuvola. “No, non può essere vero che piova”, “non è vero”.

4)

E passiamo al caso numero 4, utilizzando gli stessi esempi:

  • Figurati se Gianni ha guadagnato un milione di euro, è impossibile.

Oppure con l’esempio della pioggia possiamo dire:

  • Figurati se oggi pomeriggio piove, non c’è una nuvola in cielo.

Dunque in questo caso “figurati” significa “è impossibile che piova”. Oppure “ti sembra (sia) possibile che piova?”. In questo caso è una domanda retorica.

5)

Passiamo al quinto utilizzo:

  • Ho dimenticato i compiti a casa.
  • Eh, figuriamoci. / oppure / Figurati..
  • Michele mi ha scritto che arriva in ritardo.
  • Figurati, è sempre in ritardo.

“Figurati” qui significa “non mi sorprende”, “non sono sorpreso da quello che mi stai dicendo”. – Michele mi ha scritto che arriva in ritardo, -non mi sorprende/figurati, è sempre in ritardo.
-Ho dimenticato i compiti (homework) a casa”, -figurati/figuriamoci, non sono sorpreso.

6)

Sesto e ultimo utilizzo (che abbiamo trovato noi, almeno):

  •  Non è piaciuto a me l’ultimo film di Tarantino, figurati a Stefano che odia i suoi film.

Oppure:

  • Non ho capito niente della lezione di matematica io, che capisco sempre tutto. Figurati Stefano, che già di solito non capisce niente.

Oppure un altro:

  • Non mi piace quando il cielo è nuvoloso, figurati quando piove.

In questo caso “figurati” può essere a volte sostituito da “pensa”. Per esempio: – non è piaciuto a me l’ultimo film di Tarantino e sono un suo fan, pensa mio fratello che odia i suoi film.
Oppure, in altri casi, da tanto meno: – non mi piace quando il cielo è nuvoloso (cloudy), tanto meno (much less) quando piove.
Tanto meno è un utilizzo meno colloquiale (di “figurati”) sicuramente, perché “figurati” una parola abbastanza colloquiale solitamente.
È difficile trovare delle alternative. In inglese si dice “let alone”, “much less”, ma è difficile trovare alternative in italiano.

So che sono molti utilizzi ed è difficile ricordarseli tutti. Abbiamo cercato adesso di fare un dialogo in cui li utilizziamo tutti. È un po’ strano che due persone continuino a usare la parola “figurati” con significati diversi in un dialogo, però magari vi aiuta a capire quanti utilizzi ha e come si può usare questa questa parola
Dunque, nel nostro dialogo immaginatevi due persone che sono appena uscite da scuola, per esempio:

E – Mannaggia (damn!), l’autobus è in ritardo.
D- Figurati, (5- non mi sorprende) è sempre in ritardo. Ti serve (=hai bisogno, vuoi) che ti riporti a casa (give you a ride home)?
E- No, figurati (2 – non ti preoccupare).
D- Sei sicura? Mi hanno detto che il tuo quartiere è pericoloso.
E- Ma figurati! (3 – non è vero). È una zona tranquillissima.
D- Non è un po’ lontano in autobus?
E- Ci vanno (it takes me) 20 minuti.
D- Ma se ci vanno 20 minuti in autobus figurati a piedi.
E- Ci vorranno una quarantina di minuti.
D- Ma figurati (4 – ti sembra possibile che? retorico) se ti faccio fare tutta quella strada. Dai ti accompagno.
E- Vabè, dai, grazie mille.
D- Figurati! (1 – prego)

Ci sono molti usi. Vi consiglio di riguardare questo video o riascoltare questo episodio, se state ascoltando la versione audio del podcast, per cercare di abituarvi a questi utilizzi.  Se sentite questa parola utilizzata da qualcuno o la trovate da qualche parte potete ritornare su questo episodio per cercare di capire di quali utilizzo si trattasse. Questo per oggi è tutto, grazie per la visione o per l’ascolto.

Su podcastitaliano.com  troverete la trascrizione intera di questo episodio con la traduzione tra parentesi delle parole o delle frasi più difficili.
Grazie di nuovo e alla prossima.
Ciao!

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...