Episodi senza trascrizioni, Podcast

Le routine e i nostri comportamenti (e qualche aggiornamento) – Riflessioni senza trascrizioni #10

Ritorna questa sezione dopo un po’ di tempo (vi spiego perché, anche se in realtà non ho scuse). Inoltre, parlo di routine e di cambiamenti comportamentali. Ecco alcune parole che ho usato:

Conciliare il sonno
Ninna nanna
Ricorrere a – fare ricorso a –
Un papiro = un testo molto lungo
Prefiggersi un obiettivo
In fretta e furia
Coniugi, consorti
Sposi
Nelle veci di
In veste di
Sconquassare
Duratura
Un compito arduo

3 thoughts on “Le routine e i nostri comportamenti (e qualche aggiornamento) – Riflessioni senza trascrizioni #10”

  1. Questi episodi sono ottimi perché la sensazione di prossimità o di intimità di un podcast e ancora aumentata quando parli senza leggere un testo, come se parlassi a un amico. Preferisco anche quando l’episodio è lungo. Trovo che tu e Erika avete dei voci e accenti molto piacevoli. È sempre un piacere (un sinonimo sarebbe molto utile qui!) di ascoltarvi parlare questa bella lingua italiana.
    Interessante queste riflessioni sulle “routines”. Credo che abbiamo diverse “personalità” e che per seguire certe routine dobbiamo essere capaci di collegarci a la “personalità” adeguata. (se non hai capito niente scriverò in francese)
    Ricevi le email ? Ti ho fatto una richiesta: per piacere, potresti – o potreste – fare un podcast sugli italiani che pronunciano la “r” come i francesi ? Perché fanno questo ? È brutto. Substrato linguistico ? Snobismo ? Sono curioso di saperlo.

    1. Grazie! Sono contento che ti piaccia! Sì, ho ricevuto l’email, mi sono dimenticato di risponderti. Parlerò di questo argomento :) Anche se devo fare qualche ricerca perché non ne so moltissimo a dire il vero

  2. Ciao e grazie per i tuoi podcast. per me sono ecellente, mi piace molto.
    capisco la maggior parte e abbastanza per me

    per me invece, ritornare dopo la vacanza al mia routine non è dificile perche no faccio niente speciale come ti, non vado al gym eccetera.
    Ho figli a casa e tutto che faccio è necesario fare.

Leave a Reply