Episodi senza trascrizioni, Podcast

Essere introversi (con Erika) – Riflessioni senza trascrizioni #21

Oggi io ed Erika discutiamo com’è la vita di una persona introversa. Buon ascolto!

Ecco alcune parole utili:

Calca di persone
Impuntarsi – cocciuto, testardi
Cibo d’asporto
Benzinaio
Tizio
Imbranato –  goffo
Avviare
Approcciare persone
Deridere, prendere in giro
Pronti, via
Topolino
Fare brutta figura/figuraccia – essere ridicoli
Quando mai?
Asilo, scuola materna
Parto, partorire
Travaglio
Saggio –
Dare manforte

3 pensieri su “Essere introversi (con Erika) – Riflessioni senza trascrizioni #21”

  1. Ciao Davide ed Erika! Grazie mille per i vostri podcast, mi state aiutando davvero tantissimo a migliorare il mio italiano! Una domanda, secondo voi, qual è il miglior modo per imparare i vocaboli? Riesco a capire la maggior parte delle parole che leggo e sento, però spesso quando cerco di usarle in una conversazione non mi vengono in mente. Qual è il vostro metodo per ricordare tutti i vocaboli che avete imparato? Usate i bigliettini o un software come Anki per memorizzarli oppure fate qualcos’altro?

    Grazie!
    Anna

  2. Ciao Davide! Grazie per i tuoi podcast, è quello che avevo cercato da anni per mantenere/migliorare il mio italiano! La sezione di riflessioni senza trascrizioni è la mia preferita :-) Ma oggi vorrei dire qualscosa a proposito di essere introversi. Che bello sentire altre persone parlare di questo tema in maniera così aperta! Anch‘io sono introversa e devo dire che questo migliora con il tempo, ma credo che non sparirà mai.. La mia esperienza più dolorosa, ma anche quella grazie al quale mi sono „migliorata“ di più era andare in Italia a fare l‘animatrice (o mamma mia!). Sono polacca e va be‘ parlavo italiano, ma solo l‘italiano imparato all‘università (youtube credo non esistesse ancora, internet sì, ma era molto caro usarlo), ma la parte più difficile era proprio il lavoro – sul palco, stare ed interagire sempre con tante persone.. Non era facile, ma sono tornata un‘altra persona – sempre introversa, ma direi con un‘altra „soglia di tolleranza“, e naturalmente con un italiano migliore.. qualche anno dopo sono andata in Germania dove ho frequentato diversi corsi di tedesco per poi trovare un lavoro in servizio clienti – quasi sempre al telefono! che gioia! 🙈ma questa esperienza era ovviamente molto vantaggiosa sia per il mio tedesco che per la mia introversione 😉 comunque grazie per il tuo/vostro lavoro e i temi interessanti! ciao!

Rispondi