Senza categoria

Buone e cattive maniere – RST #67

In questo episodio di Riflessioni senza Trascrizioni io ed Erika parliamo di buone e cattive maniere. Gli italiani sono maleducati? Noi due in particolare ci consideriamo maleducati? Lo scoprirete ascoltando l’episodio!
Per ascoltare l’episodio bonus di “Tre Parole”, in cui spiego tre parole utilizzate in questo episodio, date un’occhiate al Podcast Italiano Club.



Ricorda:
-scriviamo Buona educazione ma Maleducazione
– Buona educazione = politeness
– Education = instruction


Tortuoso = 
difficile, complicato, intricato / meandering, tortuous
La preparazione di questa rubrica è sempre pensata, lunga e tortuosa.
[2:40]

Riscontrare = rilevare / to observe, to spot
Le differenze più grandi si riscontrano paragonando le culture occidentali, europee e le culture asiatiche.
[5:55]

Forchetta = fork
Coltello = knife
A volte mangio la pizza con forchetta e coltello tutto il tempo.
[7:15]

Sporcarsi = get oneself dirty
Dipende da quanto ti sporchi, alla fine se tocchi il pane non ti sporchi tanto, in teoria.
[9:05]

Ruttare = to burp
Per esempio “ruttare”, che è una cosa che in altre culture fanno molto liberamente…
[10:25]

Starnutire = to sneeze
Tossire = to cough
Quando starnutiamo e quando tossiamo bisogna mettersi le mani davanti
[13:05]

Clacson = horn (in una macchina)
Avevamo menzionato prima il fatto di suonare il clacson per strada, che è una che io odio e detesto
[14:05]

Mandare a quel paese (aff******) = tell sb to buzz (f***) off
Mi da fastidio quando le persone usano il clacson per mandare a quel paese gli altri.
[15:55]

Alla guida = quando guidiamo
Al volante = behind the weel
Noi italiani abbiamo la fame di essere indisciplinati alla guida, al volante.
[17:30]

Dato di fatto = un fatto incontestabile / a fact
In Italia le persone non rispettano mai tutte le regole, questo è un dato di fatto.
[18:15]
Questo è un dato di fatto che non puoi negare
[34:50]

Pedone = pedestrian
Secondo me una delle cose più incivili è quella di non far attraversare i pedoni sulle strisce (pedonali). 
[18:30]

Di traverso = sideways
Si mettono di traverso, (così) che non puoi passare
[21:38]

La freccia = turn signal (qui, altrimenti “arrow”)
Le persone in Italia spesso non mettono la freccia in alcune situazioni
[22:45]

Inquinare = to pollute
Dicono che le auto inquinino meno (con le rotonde)
[23:45]
Non penso che sia molto corretto girare, inquinare l’aria… penso che sia inquinamento acustico
[38:50]

All’antica = old-fashioned
Dipende dalla mentalità della persona, se qualcuno è più all’antica oppure o no
[26:10]

condominio = apartment building

Efferato = crudele / gruesome
Com’è possibile che abbia commesso un atto così efferato?
[29:30]

Fissare = guardare senza distogliere lo sguardo / to stare (qui)
Su questo sono colpevole, io molto spesso fisso le persone.
[32:45]

Origliare = eavesdrop
Così come non ti accorgi del fatto che stai origliando!
[33:50]

Immedesimarsi = identificarsi in qualcun / to put oneself in sb’s shoes, to identify with someone
Vabè, a me piace ascoltare le storie degli altri, immedesimarmi, anche.
[34:40]

Celare = nascondere / conceal, hide (ma uno stile più bello)
Grazie per questo complimento che celava una critica.
[35:15]

Gettare benzina sul fuoco = add fuel to the fire
Stai gettando benzina sul fuoco
[36:00]

9 pensieri su “Buone e cattive maniere – RST #67”

  1. Ciao Davide, Non e’ neccessario la trascrizione. Quando fai questi video, parli in un italiano molto chiaro e il ritmo e’ tale che si puo’ seguire facilmente. Grazie. Tom

  2. Ciao Davide ! Mi piacciono ed aiutano sempre le trascrizioni…Ma so che devi attualmente lavorare alla tua tesi.

  3. Grazie, Davide, per altro podcast bravissimo e anche informativo. Sono ascoltatore da sei mesi (purtroppo non ho trovato il tuo podcast fino al giunio), e il suo podcast mi ha aiutato molto a ascoltare meglio l’Italiano, e il contenuto autentico anche mi ha aiutato a imparare de cose culturali (come il podcast di oggi) e del mondo dei poliglot che non avevo scoperto prima di ascoltarti. Adesso mi considero un poliglot, ma prima dal tuo podcast neanche avevo saputo che esistessero persone come io, a cui piace l’apprendimento delle lingue per se stesse, nel mondo! Dal capo d’anno ho fatto un proposito di imparare tanto che sia posibile, l’italiano, e sono molto contento dei resultati, sebbene abbia imparato meno che avrei voluto se io avessi più tempo per dedicarmi a questo! Per quanto riguarda la tua domanda sulle trascrizioni dei ‘riflessioni senza trascrizioni’, secondo me, dipenda dal sforzo che bisognerebbe… a volte, quando non ho capito bene l’argomento di una parte di un podcast, io si guardo le trascrizioni. Ma non lo faccio molte volte, nonostante che siano una risorsa molto forte, per mancanza di tempo… è più efficiente (per me) solamente ascoltare di più… così imparo delle parole del contesto e anche migliora il mio abilità di ascoltare alla lingua detta. Ma certamente per altre persone, non dubito che abbiano alte opinioni, magari questo stilo di imparare non sia molto commune…

    Spero che il mio italiano sia abbastanza ciaro per sprimere lo che voglio dire!

  4. Siete fantastici!
    Ho scoperto i tuoi podcast circa due settimane fa e li adoro, tanto che gia sentivo molti episodi. Grazie!

  5. Ha,ha. Le cose che mi danno fastidio in Polonia sono quelle che riguardano i mezzi pubblici:

    1) La cosa che mi incazza di piu’ e’ la gente che parla al telefono con voce alta sui tram e sui bus. Prevalentemente riguarda le donne che parlano di tutto e niente d’importante. Cosi’ posso involontariamente capire tutta situazione in una famiglia di quel donna. Cosa fa nella vita, perche’ il suo ragazzo le fa schifo, quanto tempo ha passato da parrucchiere ecc. Madonna… ma davvero non vi vergognate?

    2) La seconda cosa quando la gente che aspetta a fermate e sta per salire non prestando la minima attenzione alla gente che deve scendere da quel maledetto tram!!! Ragazzi, mi raccomando. Prima si scende, poi si sale.

    Cmq, raga. Vi serve l’aiuto per quanto riguarda quelle trascrizioni di vostri podcast? Vi posso essere utile. Fatemi sapere. Vi ringrazio per il vostro podcast!

  6. Ciao Davide, sono Americano è mi rendo un po confuso riguardo l’idea che sia maleducato dare il resto in mano negli Stati Uniti. Secondo me, è una pratica molto commune e neanche un po’ maleducato. Chi lo sa, pero. Forse ci sono diverse regole educative, secondo dove si vive in America.

  7. Ciao Davide e Erika. Molti grazie per il tuo tempo e per questo podcast. Mi piace molto ascoltare tutti podcast. Si posso capisce molto mai non posso parlare bene. La mia madre lingua e spagnolo è parlo inglese perché nasce in America. La mia favorita versione di questo podcast e “preferisco” perché mi piace il gioco è divertente. Non mi piace altri podcast perché non sono interessante secondo me. E facile da ascoltare questo tipo di format. Magari un giorno possono parlare più bene. Sinceramente questo è un grande aiuto per me. Ciao ciao ragazzi.

  8. Ciao Davide, mi è piaciuto questo Podcast. Penso che non è necessario la traduzione, si me piace leggere la traduzione qualche volta ma penso che non è molto necessario.
    Ma il tuoi subscribers possiamo aiutarti a farla.

  9. Ciao gente! Come state? Mi sembra strano che un’americana vi ha detto che negli Stati Unit usiamo un piatto per ricevere il resto (credo che diceste quello), perché nella mia vita non l’ho mai visto qui. Infatti, mi ricordo che quando siamo andati in Germania nel 1998 (il nostro primo viaggio in Europa), ci hanno dato il resto su un piatto e a causa di quello siamo stati molto sorpresi e addirittura un po’ confusi! Ci sembrava un po’ freddo. Negli Stati Uniti lo mettono direttamente in mano.

Rispondi