Senza categoria

Essere uno scrittore in Italia: intervista a Giacomo Cardaci (parte due) – Intervista #25

Ciao a tutti e benvenuti! Questo è Podcast Italiano, il podcast per imparare l’italiano attraverso contenuti interessanti e autentici. E questa è la seconda parte dell’intervista che ho fatto a Giacomo Cardaci. Vi ho detto nella prima parte che Giacomo è due cose: principalmente un avvocato che si occupa di diritti LGBT e di questo abbiamo già parlato nella prima parte della nostra conversazione, ed è anche uno scrittore, è uno scrittore di romanzi, ha scritto tre libri, due di questi per una casa editrice molto molto grande e molto famosa che è Mondadori, quindi nella seconda parte della nostra chiacchierata abbiamo parlato di questo, di com’è essere uno scrittore in Italia, di com’è essere pubblicati da un editore, da una casa editrice così grande, di… anche di come si può leggere in una lingua straniera per imparare quella lingua perché Giacomo ha letto molto anche in inglese per interesse ma anche per migliorare il suo inglese. E se vi ricordate noi abbiamo iniziato facendo lezioni su Italki e Italki è lo sponsor di questo episodio. Io facevo in passato lezioni anche di inglese, ci siamo conosciuti proprio così. Italki è un sito dove voi potete fare lezioni di lingua italiana oppure di qualsiasi lingua con insegnanti madrelingua e se vi piace la lettura, se vi interessa la lettura secondo me fare delle lezioni con un insegnante può essere utile perché potete chiedere al vostro insegnante tutte le informazioni che vi servono per capire un libro. Magari non capite alcune parole, magari non capite alcune espressioni che trovate, potete chiedere chiarimenti. Oppure potete anche parlare del libro con il vostro insegnante, potete discutere del libro, se l’insegnante ha letto lo stesso libro che state leggendo voi è ancora più interessante. Quindi vi consiglio Italki come ausilio [02:09] alla vostra lettura in italiano. Se vi registrerete sul sito utilizzando il mio link e farete un acquisto, quindi una lezione pagata, avrete $10 extra in crediti che potete utilizzare per altre lezioni e aiuterete anche me. Grazie ad Italki e un’ultima comunicazione: come ho già detto nella scorsa intervista, ho deciso d’ora in poi, d’ora in avanti di pubblicare le trascrizioni delle interviste nel mio Podcast Italiano Club, quindi non sono più ad accesso libero. Quindi, per quanto riguarda le interviste se volete la trascrizione PDF con il glossario delle parole difficili spiegate in italiano tradotte in inglese iscrivetevi al Podcast Italiano Club, nello specifico al Club d’oro, e questo vi permetterà anche di avere accesso a tanti altri materiali esclusivi che Io produco ogni settimana o anche a dirette, streaming con i membri del club che ogni tanto faccio e sono molto molto divertenti perché mi danno l’opportunità di conoscere anche qualcuno di voi e anche di parlare direttamente con qualcuno di voi che invito nella chiamata e nella diretta. Quindi, trovate anche il link al Podcast Italiano Club tra i link nelle note di questo episodio e ora ci sentiamo l’episodio.

D: Ok, passiamo alla seconda parte della nostra intervista, ovvero parliamo un po’ del tuo lato letterario perché tu sei uno scrittore, hai scritto tre libri. Come è iniziato questo interesse? Come sei diventato uno scrittore e quanto è importante per te questo… questo lato? Perché chiaramente non puoi farlo a tempo pieno essendo tu avvocato.

 

G: Certo. Allora, io ho sempre amato molto leggere e secondo me per essere un bravo scrittore devi essere innanzitutto e prima di tutto un bravo lettore e quindi leggere tanto. E io ho sempre amato molto leggere sin da quando ero ragazzino. Ero una persona molto molto timida, molto introspettiva e quindi spesso anziché… cioè, spesso scrivevo, appunto, scrivevo da solo e devo dire che leggendo tanto mi p… amavo molto scrivere, amavo molto raccontare storie e ho iniziato a partecipare a dei concorsi letterari che sono delle competizioni per… per scrittori. Mi divertiva molto partecipare e quando ero ragazzino ho iniziato proprio a vincere alcuni concorsi. Poi piano piano quando ero adolescente alcuni… ad esempio, il premio Pier Vittorio Tondelli, il premio… ero arrivato in semifinale anche al premio Campiello, insomma, premi abbastanza anche importanti e… e io ero… farò una confessione vergognosa e nessuno lo deve sapere tranne voi, e cioè io partecipavo soprattutto a questi premi perché spesso davano anche dei… del denaro in… come premio. Una volta addirittura avevo vinto €1000 e avevo… e all’epoca €1000 comunque erano tanti, o forse anche più di €1000, ero andato a Ibiza con quei soldi a fare le vacanze. Anzi, soprattutto per… per soldi. Mi ricordo che avevo fatto… davvero alcuni premi davano €1000, €500 e questo mi… mi gasava [05:50], mi… mi… mi… faceva scrivere ancora di più…

Fai una lezione su Italki e ottieni $10 dollari in crediti al primo acquisto

Dai un’occhiata all’ultimo libro di Giacomo, “Zucchero e catrame”

Per la trascrizione integrale di questa intervista con il glossario delle parole difficili e altri materiali extra iscriviti al club d’oro del Podcast Italiano Club 

Leave a Reply